Come preparare una buona tazza di tè

come preparare una buona tazza di tèSe anche tu appartieni alla schiera di quelli che pensano E che ci vorrà mai a preparare una buona tazza di tè?, drizza bene le antennine perché stai per ricrederti. Preparare il è un’arte, un rituale che richiede attenzione, cura, conoscenza, tempo, una pratica meticolosa, che non ammette superficialità. Perché no, non è mica vero che tutto si risolve affogando una bustina di te in un po’ d’acqua calda!
Ma, allora, com’è che si prepara una buona tazza di tè? Di seguito troverai 8 segreti per rendere impeccabilmente deliziosa la tua pausa tè!
 

8 segreti per preparare un buon tè

Il tè è la bevanda della calma e della pacatezza, rifugge la frettolosità e non ammette sbrigatività. Preparare una buona tazza di tè non è da tutti, ma questi 8 segreti ti insegneranno cosa fare per diventare un artista del tè, deliziando il tuo palato e conquistandoti le grazie di quanti inviterai al tuo Tea Party.

#1. Il numero di bustine

Il numero di bustine di tè che dovrai utilizzare deve essere pari al numero di tazze che intendi preparare, ovvero alle persone che hai invitato alla tua ora del tè. Non giocare al risparmio: utilizzare la giusta quantità di acqua e di tè è fondamentale per goderne del sapore e dell’aroma.

#2. L’acqua e il residuo fisso

Per assaporare il vero gusto del tè devi utilizzare dell’acqua fresca e a basso residuo fisso. Questo vuol dire che:

  • non devi riscaldare l’acqua più di una volta, perché il calore riduce l’ossigeno e compromette l’aroma del tè;
  • devi evitare l’acqua del rubinetto e scegliere un’acqua leggera, poco mineralizzata. I minerali, infatti, modificano il sapore del tè, che diventa più torbido e con un gusto meno intenso.

#3. La temperatura dell’acqua

Un fattore molto importante, per la sua incidenza sull’aroma del tè, è la temperatura dell’acqua in cui infondi la bustina. In particlare, la temperatura di ebollizione dell’acqua varia a seconda del tipo di tè, a seconda che questi siano più delicati o più robusti:

  • il tè verde richiede una temperatura di ebollizione dell’acqua tra gli 80° e i 90°;
  • il tè bianco richiede una temperatura di ebollizione dell’acqua tra i 70° e i 90°;
  • il tè nero richiede una temperatura di ebollizione dell’acqua tra i 90° e i 100°.

 
Come fare per non sbagliare? C’è un piccolo trucchetto: osservare le bollicine! Le prime piccole bollicine che si formano sul fondo del contenitore in cui scaldi l’acqua corrispondo ad una temperatura di circa 60°; le bolle più grandi, che cominciano a risalire, corrispondono ad una temperatura di circa 80°-90°; le bolle di grandi dimensioni scoppiettano in superficie ad ebollizione completa, ovvero ad una temperatura di 100°.

#4. L’infusione del tè

Ad incidere in maniera importante sul gusto finale della tua tazza di tè anche il tempo di infusione delle bustine nell’acqua, che varia in base ai diversi tipi di tè:

  • i tè verdi richiedono un’infusione breve, della durata di 1-3 minuti;
  • i tè bianchi richiedono un’infusione lunga, che varia dai 7 ai 15 minuti;
  • i tè neri richiedono un’infusione dai 2 ai 5 minuti.

#5. La tazza e la teiera del tè 

Teiere e tazze devono sempre essere di porcellana, un materiale che ha il duplice vantaggio di mantenere calda l’acqua e di non alterare l’aroma del tè, come invece succede se utilizzi il metallo. Inoltre, ti consigliamo di non impiegare mai il detersivo per lavare tazze e teiere, piuttosto di pulirle con dell’acqua e bicarbonato.

#6. Mescola bene il tè prima di servirlo

Prima di servire il tè, mescola bene l’acqua, così che l’aroma si distribuirà equamente nella tazza e non avvertirai differenze tra un sorso ed un altro.

#7. Non aspettare

Hai preparato con meticolosità e attenzione la tua buona tazza di tè? Bene, servila immediatamente, non attendere. Il tè va bevuto subito, appena terminato il tempo di infusione delle bustine nell’acqua.

#8. Puoi servire il tè con…

I puritani lo amano senza aggiunta alcuna, così da assaporare il vero gusto del tè. Ma questo non vale per tutti. Alcuni adorano il tè con lo zucchero, altri con l’aggiunta del latte, altri ancora con una fetta di limone. questione di gusti!
Quanto al sempre gradito cibo, dolce o salato, con cui accompagnare una buona tazza di tè, nel post Tea Party: 15 regole per organizzare l’ora del tè a casa trovi tutti i nostri suggerimenti!
 

Ti consigliamo di leggere

Nel mondo sono tanti e tutti affascinanti i meticolosi rituali di preparazione del tè. Da quello cinese, patria della bevanda più bevuta al mondo dopo l’acqua, a quello giapponese, passando per quello russo e giungendo al mitico tè londinese, i cerimoniali sono ricchi di magia, avvolti nel loro alone di mistico intimismo.
Scoprili insieme a noi! Puoi approfondire qui:

 

Recommended Posts